Ie tu i Valendine, due serate da incorniciare

Ie tu i Valendine, due serate da incorniciare

Ie tu i Valendine, due serate da incorniciare
Ie tu i Valendine, due serate da incorniciare

Ie tu i Valendine, due serate da incorniciare ed archiviare tra i successi di questo Gruppo che ha mandato in scena sette commedie brillanti, in sette anni, apprezzate dal pubblico, sia al teatro Comunale che in altri luoghi in cui sono state rappresentate.

Il percorso ha avuto inizio con la commedia, sempre in cegliese, “Cungette i cadute” seguita con cadenza annuale, da “U pacce de case”, “U muerte ste buene”, “U scraffaliette”, “Discitile sembe sine”, “Canateme ete na star”, “Ce pacienze ca ngi vole”, e quest’anno “Ie tu i Valendine”.

Diversi gli interpreti di spessore che si sono alternati in questi anni ma parte del nucleo iniziale è rimasto. A questo si sono aggiunti; man mano altri elementi che, con il tempo hanno migliorato le loro performance, raggiungendo ottimi livelli.
La commedia di quest’anno si avvale della presenza degli attori: Pino Santoro, Onofrio Tanzarella, Pasqualina Sgura, Tonia Lodedo, Mimmo Turrisi, Cataldo Suma, Antonella Suma, Isa Vitale, Pietro Liuzzi, Giuseppe Vitale.
Grandi sono le attese da parte di un pubblico assiduo che ci segue fin dal primo anno.

Il Gruppo Teatrale Amatoriale M.SS.Assunta di Ceglie Messapica, da sette anni, rappresenta commedie brillanti in vernacolo cegliese. Lo scopo, oltre che di far divertire, è anche di promuovere in nostro dialetto.
Come tanti altri dialetti, viene sacrificato da una globalizzazione che omologa tutto, compreso il liguaggio, sacrificando quello dei nostri antenati.
Espressività di linguaggio e modi di dire irripetibili nella lingua nazionale. L’esperienza teatrale è per noi un mezzo di socializzazione ed arricchimento culturale. Noi cerchiamo di trasmettere tali stimoli al pubblico che, numeroso, ci segue in tutte le edizioni che mettiamo in scena.
Il ricavato delle serate ritorna per intero alla comunità con beneficenza ad associazioni che si occupano di aiuto a bisognosi o di ricerca contro le malattie.
Ie tu i Valendine, due serate da incorniciare

http://pinosantoro.blogspot.it/

Precedente Nel labirinto dei numerosi premi assegnati. Successivo Politica e volontariato di solito sono incompatibili

One thought on “Ie tu i Valendine, due serate da incorniciare

  1. Damiano Leo il said:

    Fatemi sapere quando volete provare a mettere in scena una mia farsa scritta direttamente in dialetto cegliese: “Quande manghe?”, commedia comica in tre atti, grazie.
    Damiano Leo

I commenti sono chiusi.